Copertina: Schindler House, Courtesy of MAK Center for Art and Architecture, Photo by Joshua White

Alvaro Urbano e Petrit Halilaj, assieme a Nico King e Anastasiya Yarovenko, partecipano al programma di residenze Group XLIII (Ottobre 2016 – Marzo 2017) del MAK Center.

“Gli artisti di base a Berlino Petrit Halilaj e Alvaro Urbano riflettono in maniera critica sull’interazione tra concetti architettonici e natura, e sulla nozione di giardino inteso come mediatore. A Los Angeles sono interessati a come i giardini spontanei entrano in contrasto con i giardini connessi allo splendore capitalista”.

L’Artists and Architects-in-Residence Program ai Mackey Apartments è una residenza di sei mesi offerta due volte l’anno a due artisti e due architetti.

L’obiettivo principale della residenza è fornire supporto a giovani artisti e architetti attraverso la creazione di nuove opportunità e confronti interdisciplinari. Questo programma è fondato dall’Austrian Federal Ministry of Education, Arts and Culture in collaborazione con il MAK – Austrian Museum of Applied Arts / Contemporary Art, Vienna.

Ogni primavera una giuria composta da figure di spicco del panorama internazionale si riunisce a Vienna per selezionare otto progetti. Il programma è attivo dall’Ottobre del 1995. Ad oggi MAK Center ha ospitato 41 gruppi di residenti internazionali.

Schindler House, courtesy of MAK Center for Art and Architecture, Photo Joshua White
Schindler House, courtesy of MAK Center for Art and Architecture, Photo Joshua White.